ELENCO CRONOLOGICO

inserito il 06 05 2011, nella categoria Tavole dei Fratelli, Tutte le tavole

 FESTA DELLA LUCE: LE ORIGINI

Dicembre è sempre stato il mese della Luce. La tradizione cristiana si è spesso sovrapposta a precedenti riti pagani, con lo scopo di distogliere i popoli dalla venerazione delle antiche divinità.

IL “PRIMO INIZIATORE”: UMANO O DIVINO?

Una delle missioni dichiarate della Massoneria sembra essere costantemente il disvelamento di ogni esercizio abusivo del Divino, pur riconoscendo, anzi ricercando e valorizzando, tutti gli aspetti positivi che derivano dagli insegnamenti etici delle grandi guide spirituali dell’umanità, da qualsiasi latitudine religiosa essi provengano.

IL MONOLITE DI KUBRICK

Ricorrono quest’anno i cinquant’anni dall’uscita del capolavoro di Stanley Kubrick “2001 Odissea nello Spazio”, tratto dal romanzo di Arthur C. Clarke. Il monolite nero che accompagna l’evoluzione umana dalla condizione scimmiesca della preistoria allo “star child” della futura razza spaziale è senz’altro l’enigma più inquietante del film. Il regista dichiarò: “Siete liberi di speculare sul significato filosofico e allegorico. Io ho cercato di rappresentare un’esperienza visiva, che aggiri la comprensione per penetrare con il suo contenuto emotivo direttamente nell’inconscio”.

MUSICA E MASSONERIA

La scrittura della musica si presta bene alla trasmissione di contenuti simbolici da mantenere velati ai profani. Come le parole che risuonano nel tempio, anche la musica è capace di generare emozioni perfettamente concordanti con i contenuti simbolici veicolati all’ascoltatore sensibile.

GIORDANO BRUNO, FILOSOFO “OLTRE”

Nessun filosofo affronterà la coscienza ed il sentimento religioso della sua epoca, come fece in nome della libera ragione e della filosofia razionalistica Bruno. Anticipando Darwin minerà il finalismo dogmatico della Chiesa. Nei suoi scritti mostrerà stima e rispetto per il Cristo nella sua autentica personalità, mentre sarà acido e satirico quando anche la figura del Cristo storico sarà travisata dallo stesso dogmatismo clericale.

IL VOLO, PARADIGMA DEL VIAGGIO INIZIATICO

Fin dalla notte dei tempi l’umanità ha sognato e costruito miti sul volo ed i miti sono un ottimo mezzo per riflettere sull’esoterismo, perché ricchi di rimandi simbolici. Quello di Dedalo ed Icaro adombra una prova iniziatica fallita per il mancato rispetto di un Landmark (non volare troppo alto) da parte dell’allievo, ma soprattutto per l’imperfetta preparazione del maestro. Sullo sfondo i concetti primordiali del Tempo e del destino post-mortem dell’Uomo.

SOGNO D’UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Solstizio deriva dal latino solstat: “il sole si ferma”. Questa ricorrenza astronomica sin da tempi antichissimi è pervasa da significati esoterici legati al trionfo del sole. Plinio, nei suoi scritti documentaristici, descrive gli antichi Druidi nell’atto della raccolta del vischio, pianta solstiziale d’eccellenza per i celti. In una notte magica come questa, tutto può succedere, mito, fiaba e quotidianità si mescolano tra loro; sogno e realtà si confondono fino a portarci alle soglie del teatro di Shakespeare.

FERRARA-SANTIAGO: STORIE PARALLELE

Celebrato il gemellaggio massonico fra le logge di Ferrara e di Santiago del Cile, intitolate entrambe a “Giordano Bruno”. Due comunità e due storie massoniche si sono così unite. Le orazioni dei due Maestri Venerabili.

MISTERI ELEUSINI E INIZIAZIONE MASSONICA

Chiaro e preciso è il riferimento con quella che è la Tradizione degli Antichi Misteri e di come la Libera Muratoria ne sia l’interprete più fedele, proprio anche attraverso la diffusione del loro bagaglio esoterico-iniziatico.

KARATE, SAMURAI, CAMELOT E MASSONI

I cinque principi del Karate Do che accomunano Samurai, Cavalieri della Tavola Rotonda di Re Artù e i Liberi Muratori della Loggia Massonica.

Tavola del fr:. F:. Fil:.

LA CERTEZZA DEL MALE

Eliminare dal novero delle ipotesi la certezza del male equivale oggigiorno a non credere più nemmeno nel nostro libero arbitrio.

Tavola del fr:. A:. S:.

IL MATRIMONIO MASSONICO

Mentre infuriano, dentro e fuori dal Parlamento italiano, le polemiche sulle Unioni Civili (eterosessuali ed omosessuali) e sulle possibili adozioni all’interno delle coppie dello stesso sesso, mentre si discute sul concetto stesso di famiglia, la Massoneria rivela una sua visione del matrimonio attraverso un proprio specifico rituale. Ma anche in questo caso la Tradizione più antica deve fare i conti con l’evoluzione della società e della coscienza degli stessi massoni d’oggi.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

LA GRANDE MADRE MEDITERRANEA

La Terra è femminile, l’origine, il principio dell’umanità: la Grande Dea dalla quale discende ogni cosa. La Dea Madre quindi rappresenta la natura in tutti i suoi aspetti positivi (fecondità nei raccolti e fertilità) e negativi (tempeste, siccità…). Questa cultura subì un’inversione nel Mediterraneo con l’invasione dei DORI, provenienti dall’altopiano del Pamir e saldamente patriarcali.

Tavola del fr:.  F:. C:.

REGOLE FRA LE COLONNE: IMMUTABILI?

Dopo un minuto di raccoglimento entriamo in ordine ed in silenzio nel Tempio, eseguiamo passi antichi, la marcia rituale che “marca” (squadra) lo spazio, lo purifica, lo rende sacro, crea energia. Usiamo gli stessi strumenti utilizzati dai Liberi Muratori per costruire materialmente il Tempio. Noi li usiamo però come valore simbolico.

Tavola del fr:. F:. G:.

MASSONERIA E MIGRANTI: UNA NUOVA SFIDA

Ferrara, X giorno dell’ottavo mese dell’anno di V:. L:. 6015: tavola scolpita dal fratello S:. Man:. in occasione della Tornata a Logge Riunite G. Savonarola n°104, G. Bruno n° 852, M. Ruini n°1268, Sol Invictus n° 1476, all’Oriente di Ferrara, Cento e Bondeno.

MITI, RITI E SIMBOLI: L’ARTE REALE

Nelle nostre Officine entriamo in uno spazio simbolico, azzeriamo le barriere che ci separano, utilizziamo l’ascolto dell’altro, soprattutto se il suo pensiero diverge dal nostro, per superare quei gradini che da soli fatichiamo a salire.

 Tavola del fr:. P:. B:.

CHE LA FORZA SIA CON NOI!

Parafrasi iniziatica delle grandi saghe di fantascienza: da Star Wars a Star Trek, da Prometheus ad Alien, da ET ad AI…

Tavola del fr:. A:. Mu:.

K452B: LA RIVINCITA DI GIORDANO BRUNO

Tavola del fr:. A:. Mu:.

UN APPASSIONATO DESIDERIO DI “PATHOS”

Il logos da solo, senza un minimo di pathos, può contenere verità straordinarie, ma non arriverà mai a rappresentare la potenza e la gloria di Dio: la parola, da sola, vive in un solipsismo che non conosce gravami… ma nemmeno gioia profonda! Anche i simboli necessitano di “pathos”: l’esempio di Mandela e la squadra sudafricana di rugby.

Tavola del fr:. G:. P:.

 

REGOLE, FUORI DAL TEMPIO

Pare che le “regole di convivenza” sia dei piccoli gruppi che delle più vaste comunità siano dettate da un innata predisposizione di convenienza biologica e sociale. Ci sono regole derivate dai templi massonici che possono contribuire ad elevare la condizione umana? Sì, ma con alcune sibilline e sottacciute riserve.

Tavola del fr:. A:. G:.

 

IL SENSO DEL MARTIRIO

Il martirio si è evoluto di pari passo con la storia dell’umanità e come abbia assunto connotati differenti a seconda dell’epoca storica, della società e della religione di appartenenza del martire. In che rapporto si pongono Martirio e Tolleranza? Si può Tollerare l’Intollerante?

Tavola del fr:. E:. D:.

IL GIURAMENTO DI UN MASSONE “ATEO”: INGANNO O METAFORA?

E’ possibile per un ateo varcare la soglia di una Loggia “aggirando”, senza divenire spergiuro, il vincolo massonico di credere in Dio?   La storia personale di un conflitto di coscienza.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

 

LA “VIA” DEL SILENZIO

Virtute non verbis

Tavola del fr:. F:. G:. (R:. L:. Sol Invictus)

I TAROCCHI E L’ALBERO DELLA VITA

Il Matto, Il Bagatto, Il Mondo

Tavola del fr:. S:. V:.

LA MATERIA E LA MENTE

La Mente dell’Uomo, sviluppatasi nel sistema vitale basato sulla sintesi del Carbonio, rappresenta una manifestazione cui mancano paragoni di carattere cosmico: per ora siamo soli in questo universo e possiamo ragionare usando i nostri cinque sensi, quali strumenti di approccio ad una realtà relativa, ed i nostro cervello quale “computer biologico” al servizio della Mente. La nostra Mente tuttavia, pur inserita in una piccola “cellula” qual è il nostro corpo, può “intuire” l’Immensità e forse, un giorno, l’Infinito e l’Eterno.

Tavola del fr:. G:. V:.

NASCE LA QUARTA LOGGIA FERRARESE

Verrà inaugurata il 21 Dicembre, giorno del Solstizio. Opererà all’Oriente di Bondeno. I programmi e la ragione della scelta del nome che la loggia ha voluto darsi.

Articolo del fr:. A:. Mu:.

MORIRE PER RINASCERE

Una domanda che l’uomo si pone da quando è nato: cosa c’è dopo la morte? Alla risposta si sono dedicate religioni e correnti filosofiche, e tutte (o quasi) sono ricorse al concetto di immortalità dell’anima.. Fin dal primo approccio con la Massoneria, scopriamo invece un altro concetto di morte.

Tavola del fr:. C:.A:.C:.

70 ANNI NEL NOME DI SAVONAROLA

La più antica loggia ferrarese celebra questo importante traguardo storico con una serie di incontri pubblici. Il primo, Sabato 22 Novembre (ore 16.00, Sala della Musica) sul tema “Massoneria e Grande Guerra”. Interverrà il Gran Maestro aggiunto, prof. Santi Fedele.

Articolo del fr:. A:. Mu:.

IL SILENZIO: RIFLESSIONI SUSSURRATE

Tavola del fr:. E:. M:.

 

“ACACIA”: STA NASCENDO IN EMILIA ROMAGNA LA RETE DELLA SOLIDARIETA’ MASSONICA

Un’iniziativa destinata a congiungersi con il progetto di una federazione nazionale di tutte le associazioni solidaristiche d’ispirazione massonica, progetto voluto e sospinto particolarmente dall’attuale Gran Maestro aggiunto Sergio Rosso. Se ne parlerà il prossimo 14 Novembre in un apposito convegno a Modena.

Dal sito www.goiemiliaromagna.it

IL MELAGRANO. IL SIMBOLO E IL SIMBOLICO

Secondo una leggenda Venere donò agli uomini la pianta di melograno piantandone un albero a Cipro. Nel mito di Demetra e della figlia Persefone (Proserpina per i romani) simboleggia il cibo dei defunti ma anche il valore del matrimonio e della fertilità. In massoneria può rappresentare la Loggia (i granelli rossi sarebbero appunto i singoli fratelli). Ma la più moderna lezione di Lacan ci porta oltre: al confine fra Significato e Significante.

Tavola del fr:. A:. P:.

L’INFINITO

E’ simboleggiato dal classico 8 rovesciato, quasi a rappresentare due universi che si succedono eternamente. Pare sia stato John Wallis, un matematico inglese del ‘600, a diffonderne l’utilizzo per indicare una quantità infinita nei calcoli matematici. Ma sono molte altre le accezioni filosofiche ed esoteriche di questo simbolo che sembra innescare un perpetuo ripensamento, un dubbio ciclico senza soluzione, ma anche la forza dell’infinita catena della fratellanza iniziatica rappresentata dal simbolo omologo dei nodi d’amore presenti in ogni tempio massonico.

Tavola del fr:. G:. P:.

LA PIRAMIDE “DIMENTICATA” DI PARIGI

Nel Parc Monceau nei pressi dei Campi Elisi di Parigi si trova una singolare piramide, in uno stato del tutto anonimo e di apparente abbandono, senza alcuna indicazione sulla sua origine e sul suo significato. In realtà fu voluta dal duca Phillippe d’Orléans, massone, cugino del Re Luigi XVI, e realizzata dall’architetto Carmontelle, anch’egli massone. Nonostante l’oblio sceso su questo singolare monumento, esso potrebbe custodire la simbologia di un primo disegno “atlantico” della Libera Muratoria, ed altri segreti.

Tavola del fr:. A:. F:.

LA “GRANDE MALATA”: UNO SCRITTO INEDITO DI PERICLE MARUZZI

Dall’archivio di un fratello della nostra Loggia è spuntata una lettera autografa di Pericle Maruzzi databile probabilmente negli Anni Sessanta. Un documento di indubbio valore e di attualità anche oggi, come analisi ed ammonimento nei confronti delle possibili derive della Massoneria. Pericle Maruzzi (14 Aprile 1887-11 Aprile 1866) è stato un grande massone ferrarese e soprattutto uno studioso di fama internazionale degli aspetti storici e simbolici della Libera Muratoria. Alcuni suoi testi – in particolare il famoso “Libro M” – sono considerati fondamentali per l’approfondimento dei rituali e delle allegorie massoniche.

Lettera del fr:. Periche Maruzzi

IL DONO

Nella cultura occidentale spesso il “Dono” si è rivelato un’esca avvelenata: il fuoco di Prometeo, il vaso di Pandora, il cavallo di Troia, la mela di Eva… L’antidoto di questi veleni è da sempre custodito dalla Massoneria. La vera generosità, infatti – quella che non si ostenta, non richiede riconoscimenti pubblici e talvolta nemmeno la riconoscenza di chi la riceve – è un’arte che si apprende proprio nelle logge. Da evitare soprattutto la carità che trasforma il ricevente in un debitore impotente.

Tavola del fr:. G:. P:.

LA FORZA DEL DUBBIO

Rappresenta il metodo massonico per eccellenza: il più efficace elemento di introspezione per avanzare nella ricerca iniziatica di ciascun libero muratore. Ne hanno parlato, in tutti i tempi, filosofi, scrittori, poeti, fratelli. La perpetua oscillazione fra “dubbio metodico” e “dubbio scettico”. La Tolleranza come conseguenza virtuosa del Dubbio.

Tavola del fr:. V:. C:.

LA METAFORA DELLO SPECCHIO

Il termine specchio viene dal latino speculum a sua volta derivato dalla radice indoeuropea “spek” che significa guardare. E’ foneticamente simile al sanscrito pacyami (io vedo) al greco skep-(tomai), ed al gotico speha da cui l’italiano spia. “Specchio delle mie brame…” nella favola lo specchio magico invia alla Regina Nera la sua immagine speculare, Biancaneve, una Regina Bianca con cui non accetta di condividere il potere: è chiara l’opposizione fra plenilunio e novilunio. Nello specchio si cela anche la parafrasi del grado di Apprendista e di Compagno.

Tavola del fr:. A:. S:..

LO SPIRITO E IL RITO

Possiamo definire il rito come una sorta di collegamento tra il mondo fisico e l’iperfisico. Nelle ritualità ecclesiastiche-religiose viene richiesto di porsi in uno stato di accoglienza per ricevere uno Spirito che l’officiante farà scendere dall’alto. Si tratta quindi di una ritualità di preparazione per accogliere qualcosa di non nostro, di altro, che ci viene offerto e dispensato come elemento purificatore. Diversa è la ritualità iniziatica, ad essa non viene chiesto di creare un Uomo Altro, ma un Altro Uomo.

Tavola del fr:. N:. P:.

LA MUTANTE SIMBOLOGIA LIBERO-MURATORIA DELLA SQUADRA E DEL COMPASSO

Quando il Compasso si coniuga con la Squadra, sovrapponendosi al libro sacro, aperto al versetto di Giovanni ”In principio era il verbo”, formula della creazione, e’ come se quel suggello impegni il cielo (compasso) e la terra (squadra) a determinare una nuova creazione, a una rottura di livelli, una trasmutazione dal fisico al metafisico, dal profano al sacro.

Tavola del fr:. V:. Z:.

GIORDANO BRUNO, PROTO-MASSONE

Un’esistenza, volta alla ricerca di una enigmatica, antica sapienza perduta; una vita peraltro interessante e fin troppo movimentata e avventurosa, contrastata da difficoltà d’ogni genere. La sua formazione mentale ebbe l’intera apertura del compasso, strumento che prediligeva fra tutti gli altri, come è dimostrato dai dialoghi che in numero di quattro scrisse su di esso. Non vi erano fratture tra il suo modo di pensare e quello di agire.. Anticipò tutte le più moderne teorie scientifiche sulla materia e sull’universo. Potrebbe essere stato proprio Bruno l’ispiratore dei Rosacroce e dei circoli che prefigurarono la riforma inglese della massoneria del 1717.

Tavola del fr:. G:. S:.

CAMBIAMENTO. RIGENERAZIONE

Al volgere di ogni anno, come riportano gli “antichi doveri”, vengono rimesse alla volontà di ogni Loggia le cariche che ne determineranno la conduzione. Questo avviene in tutto il mondo da oltre tre secoli; questo ha sempre significato vitalità, irrobustimento, crescita.

Tavola collettiva di M:. T:., G:. P:., M:. R:., V:. G:., R:. B:.

CON GIORDANO BRUNO VERSO IL PATIBOLO: CRONACA DI UN’INIZIAZIONE ALL’IMMORTALITA’

Un breve tragitto, poco più di mezzo miglio, che separa il luogo dove il condannato ha trascorso gli ultimi giorni, Tor di Nona, da quello dove hanno deciso di farlo morire, Campo de’ Fiori. Una sorta di viaggio iniziatico verso l’Eternità. O verso il Nulla. Lo seguiremo, dal Vitriol nell’oscura cella dell’Inquisizione all’estrema prova del Fuoco, come si segue nel tempio, con affetto e commozione, il viaggio iniziatico di un futuro Fratello.

Tavola (g.c.) del fr:. Carlo Loiacono (R:.L:. Castrum Maiense, 216 all’Or.di Merano).

IL COMPAGNO E PROMETEO

Viviamo mai come oggi, dalla rivoluzione industriale in poi, l’epoca di Prometeo. La capacità dell’essere umano di prefiggersi scopi e la predisposizione degli strumenti e i mezzi per la loro realizzazione è l’espressione della naturale razionalità del pensiero umano. Il Compagno d’Arte vive lo status di un “homo faber” che ha messo a frutto, da Apprendista, gli insegnamenti e ora utilizza gli strumenti di lavoro con padronanza.

Tavola del fr:. F:. C:.

ESEGESI MASSONICA DELLA COSTITUZIONE

La Carta Fondamentale della Repubblica Italiana letta alla luce dei principi massonici che vi sono stati trasfusi. – Molti i massoni che hanno contribuito a scriverla, in primo luogo l’emiliano Meuccio Ruini, presidente della “Commissione dei 75”, al quale è intitolata anche una delle tre logge ferraresi – La dibattuta questione delle società segrete: per i Padri Costituenti la Massoneria non lo era e non poteva affatto essere definita tale.

Tavole dei fratelli C:. Ba:. e C:. A:. C:.

DIECI ICONE BUDDISTE, PER DIECI PICCOLI GRANDI PASSI

Cosa hanno in comune i pellegrini buddisti che salgono i 1840 gradini del monte Mihintale in Sri-Lanka, ed i pellegrini cristiani che affrontano il “Cammino di Compostela”, o i pellegrini mussulmani che si accalcano alla Mecca? E soprattutto cosa hanno tutti costoro in comune con la Massoneria. La risposta la fornisce… un bue!

Tavola del fr:. G:. P:.

ALL’INIZIO DEL CAMMINO

Riflessioni e sensazioni dell’Apprendista dopo un anno di percorso “silenzioso”, alla ricerca di nuove domande per spingersi sempre più avanti.

Tavola del fr:. V:. C:.

SOLSTIZIO: SOTTO LE STELLE IN UN’OASI NATURALISTICA ED ESOTERICA

Così la Loggia Giordano Bruno di Ferrara ha dato inizio alle celebrazioni del suo 40nnale, aprendo fin d’ora le porte a donne e profani. Il valore e l’importanza di questa apertura sottolineati anche dall’intervento del Presidente Gian Giacomo Pezzano. Oltre un centinaio i fratelli ed i profani presenti.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

 

IL SOLSTIZIO D’ESTATE, INIZIAZIONE COSMICA

La celebrazione di un fenomeno naturale così importante per il ciclo della vita come il solstizio d’estate, esprime il desiderio di entrare in un Tempio, quello cosmico, di fondersi per un momento nel tutto, per osservare il tutto, per sentirsi parte del tutto, per condividere con la natura e il cosmo, quella parte della sostanza che ci compone e che è la stessa che compone tutte le cose create.

Tavola del fr:. F:. C:.

LE RADICI PIU’ PROFONDE DELLA LOGGIA

Dal mio punto di vista. Il terremoto, il tempio abbandonato e poi ritrovato. Il senso di un viaggio simile a quelli di Giasone ed Ulisse. Il pavimento a scacchi come il letto di Penelope e Odisseo.

Tavola del fr:. A:. S:.

J – B: LE COLONNE DEL DESIDERIO

L’iniziato che sosta tra le colonne sta esprimendo il desiderio di diventare Massone, sente e percepisce l’energia di voler dare. Sente una spinta che, oltre alla curiosità, elemento indispensabile per la scoperta , si trasforma in vocazione.

Tavola del fr:. A:. P:.

L’IMMORTALITA’ TRA MITO E LEGGENDA

Il viaggio-ricerca dell’uomo verso l’immortalità ha acquistato sin dalle civiltà più antiche, sumeri e babilonesi prima, egizi e greci poi, ed infine anche nel mondo cristiano, suggestive forme mitologiche e letterarie. Ma come sono nati questi miti? Qual è il loro significato più profondo?

Tavola del fr:. A:. R:.

 

PENSIERI IN MOVIMENTO

La Loggia vissuta come palestra di educazione morale e spirituale. Il “carattere massonico” che ci distingue dai Profani. “L’ammirazione sconfinata per la potenza della ragione trova riscontro in un vero culto della libertà, esaltata come primo degli ideali Massonici, essenza stessa della Massoneria, raggio così luminoso che nessun potere ha il diritto di spegnere o di offuscare e la cui difesa impegna ciascun massone” (Padre Caprile, “Civiltà Cattolica”, 1957).

Tavola del fr:. G:. Bo:.

UNO STRANO SOGNO…

“Che ci piaccia o no, siamo noi la causa di noi stessi. Nascendo in questo mondo, cadiamo nell’illusione dei sensi; crediamo a ciò che appare. Ignoriamo che siamo ciechi e sordi. Allora ci assale la paura e dimentichiamo che siamo divini, che possiamo modificare il corso degli eventi, persino lo Zodiaco” (Giordano Bruno)

Tavola del fr:. R:. B:.

 

IMPARARE PER INSEGNARE

Insegnare vuol dire “imprimere un segno simbolico” nella mente e nel cuore dell’allievo per aprire la via che porta alla conoscenza. L’insegnante spezza la tessera della conoscenza, indicando la strada, ma lasciando che sia l’allievo a percorrerla. L’esperienza personale di un docente prima e dopo l’Iniziazione, nel rapporto con gli studenti.

Tavola del fr:. E:. G:. D:.

GIARDINI DI LUCE

Riflessioni massoniche sulla recente mostra di Sorolla al Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Dalla luce di un’opera d’arte all’Arte della Luce. Un modo per avvicinarsi all’ineffabile e indicibile “segreto” della Massoneria. Un segreto inviolabile perché, come disse Casanova, assolutamente incomunicabile…

Tavola del fr:. G:. P:.

 

LETTURA “INIZIATICA” DELLA COSTITUZIONE

“Ai mie cari fratelli silenziosi…” il Secondo Sorvegliante si rivolge agli Apprendisti dopo alcune disarmonie sorte fra le logge ferraresi, ricordando loro il grande esempio dei Padri Costituenti e di due grandi Fratelli recentemente passati all’Oriente Eterno.

Tavola del fr:. N:. P:.

 

COSA DEVONO I MASSONI ALL’UMANITA’

Riflessione su un passaggio importante della vita iniziatica: le domande fondamentali del testamento profano nel Gabinetto di Riflessione.

Tavola del fr:. G:. D:. O:.

ABORTO, EUTANASIA: DUBBI AI CONFINI DELL’ESISTENZA

Un’esplorazione tesa a trovare una definizione più o meno condivisibile del significato della vita e della morte. E di ciò che le divide.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

MASSONERIA E SPORT

Ci sono valori condivisi fra pratica sportiva e pratica massonica? Alcune discipline sportive sono effettivamente intrise di simbologia massonica (dalle Olimpiadi al baseball). Ma la questione più stimolante di questo confronto è la possibilità di definire il senso di una “prestazione massonica”, ovvero la misurazione degli effettivi risultati raggiunti dell’incessante perfezionamento interiore di ogni Libero Muratore. Quale potrebbe essere la scala di valori di un simile “termometro” massonico?

Tavola del fr:. A: Mu:.

IL MIO VIAGGIO

Un percorso personale di avvicinamento alla Massoneria. Le tappe che hanno preceduto l’iniziazione. Una notte magica a Torino: un passaggio fondamentale del mio passato profano. Cicerone ha detto che “chiunque non fosse a conoscenza del proprio passato non ha un futuro davanti a sé”.

Tavola del fr:. L:. A:.

 

IL CROCEFISSO: UN SIMBOLO “MUTO E SILENZIOSO”?

L’eposizione del Crocefisso nelle scuole e nei luoghi pubblici: il principio di laicità dello Stato e i suoi compromessi nel contrasto con il sentimento popolare.

Tavola dei fr:. C:. Ba:. e R:. B:.

.

LE COLONNE

Nelle logge dei primi decenni del XVIII secolo venivano tenute in mano in forma miniaturizzata dai Sorveglianti, quali loro emblemi. Solo all’inizio dell’800 le colonne B e J divennero furono definitivamente issate e fissate su appositi piedestalli e collocate ai lati dell’ingresso dei templi massonici. Fin dal tempo di Salomone segnano il confine tra lo spazio del profano e quello della sacralità.

Tavola del fr:. G:. M:.

.

DIALOGO CON L’IGNOTO

Lungo la strada dell’Umanità la Mente ha svolto il ruolo di fondo, non fermandosi mai di fronte all’Ignoto ma spingendo il suo cammino verso quell’Inconosciuto Fattore che ci ha portato dalla visione Tolemaica di un Universo incentrato sul pianeta Terra e sull’Uomo alla teoria degli Universi paralleli, dove il nostro pianeta sotto il profilo strutturale vale pochissimo, ma tanto invece per ciò che attiene alla “mente” ed al “pensiero”.

Tavola del fr:. G:. V:.

.

.

DESTINO E INTUIZIONE

Conosciamo una forza più implacabile dell’imponderabile? Baudelaire sul destino maledetto di alcuni grandi uomini scriveva “vi è dunque una provvidenza diabolica che prepara la sventura fin dalla nascita?”. All’opposto Sartre sostiene che “la libera scelta che l’uomo fa di se stesso si identifica assolutamente con ciò che è il suo destino”, sostenendo così che il destino non esiste. E’ l’irrisolta lotta tra libero arbitrio e destino. Supertizione, Dio e scienza sono tre modi di controllare l’imponderabile.

Tavola del fr:. A:. S:.

.

UNA BREVE STORIA DEL TEMPO

Per secoli l’uomo è stato tormentato dalla paradossale coesistenza di caducità ed eternità. Dio è nel tempo o fuori di esso? Un essere umano può sfuggire al tempo e cogliere l’eternità? Galileo fu il primo a considerare il tempo come quantità misurabile nell’attività ordinata del cosmo. Ma solo dopo Newton il trascorrere dei tempo cominciò ad avere un ruolo fondamentale nella descrizione del mondo fisico. Poi è venuto Einstein a sconvolgere ogni precedente teoria.

Tavola del fr:. A:. F:.

 

IL “FUOCO DI RUOTA” E IL VIAGGIO INIZIATICO

Bruciare lentamente, dolcemente, per trasformare e trasformarsi

Tavola del fr:. D:. D:. F:.

.

 

GIORDANO BRUNO: L’ULTIMA NOTTE

E’ proprio sul rogo, senza dire una parola, che Bruno vince la sfida di una vita, mentre gira il capo al crocefisso che il carnefice gli porge da baciare, Bruno diventa eterno, quell’immagine attraversa il tempo, luminoso simbolo della lotta ad ogni fanatismo religioso, il suo messaggio diventa universale, recepito da gente di ogni cultura e religione, monito e ricordo perenne di quello che fu la “Santa” Inquisizione.

Per gentile concessione del fr:. R:. Mat:. della R:. L:. Felsinea, nr. 846 all’Oriente di Bologna

.

.

LA CONQUISTA DELLA RESPONSABILITA’

Riflessioni sul “Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry

Tavola del fr. G:. P:.

.

.

LA CAZZUOLA

Lo strumento “per unire” del Maestro Venerabile. Ben diverso dal Martello, lo strumento “per dividere”.

Tavola d’insediamento del nuovo M:. V:. fr:. G:. F:.

.

.

NUOVI SOGNI PER UN NUOVO RISORGIMENTO

Abbiamo tutti una sola patria: il Mondo. Il messaggio della Massoneria è implicito nel suo metodo di tolleranza, che permette a uomini diversi di convivere e dialogare, partecipando alla costruzione di una società migliore. Anche il nostro Paese deve rigenerarsi: abbiamo tanto parlato di quanto ha fatto l’Italia negli ultimi 150 anni. Guardiamo a cosa c’è da fare nei prossimi 150. Ma partiamo da subito. Dalla scuola pubblica, per esempio, dove nasce il nostro futuro.

Tavola pubblicata per gentile concessione del fr:. S:. B:.,  Presidente della Circoscrizione Toscana del Grande Oriente d’Italia.

.

.

“MELANCOLIE” E “CROCE ENCICLICA DI HENDEYE”: IL RITORNO AL PRINCIPIO?

Queste opere misteriose ci vogliono forse tramandare un messaggio alchemico riguardante la fine del mondo e il luogo geografico della nuova rinascita? La fine del mondo o Apocalisse, che significa “rivelazione”, sarebbe opera dell’arrivo devastante del X° pianeta nel nostro sistema solare, già predetto da Sumeri, Egiziani e da altre civiltà del passato. Tale pianeta porterà davvero all’inversione dei poli terrestri? E sarà questo perfetto allineamento, a congiungere la Terra con il Cielo, il Tempo all’Eternità, l’Uomo alla sua Divinità Immortale?

Tavola del fr:. G:. F:.

.

.

UN RE, UN CASTELLO, TANTI MISTERI

Castel del Monte: il sogno di Federico II affidato all’eternità. Ogni dettaglio è plasmato da una combinazione geometrica, determinato dal numero aureo. E’ intriso di riferimenti simbolici ed esoterici. Non una pietra, non una torre, non un perimetro, non una sala è esente dalla divina proporzione. S’intuisce che questo castello ha avuto un architetto d’eccezione: il Sole.

Tavola del fr:. L:. G:.

.

.

“IN OGNI COSA DIO HA CREATO UN NUMERO” (S.AGOSTINO)

La facciata del Duomo di Ferrara come arca simbolica di numeri segreti. L’aritmetica, la scienza dei numeri costituiva nel medio evo assieme alla musica, l’astronomia e la geometria, il Quadrivium, cioè le scienze fondate su ritmo, numeri e proporzioni, in una progressione tesa verso la conoscenza dell’Universo. Nulla è dovuto al caso, o a ragione puramente estetiche e, specie nell’arte romanica, tutto è simbolo.

Tavola del Fr:. G:. F:.

.

.

LA MASSONERIA GUARDA ALLE STELLE: ASTROLOGIA, SCIENZA E FANTASCIENZA

La Loggia è piena di stelle. La sua volta stellata rappresenta un preciso richiamo alla “Grande Patria Cosmica” della traduzione egizia, al Macrocosmo della tavola smeraldina, al riflesso dei cieli sulla terra. Il segreto dell’astrologia massonica e la Stella Lucente di Washington, velano un’inconfutabile verità scientifica legata all’evoluzione dell’Uomo ed allo sviluppo delle sue facoltà cerebrali.

Tavola del Fr:. A:. Mu:.

.

.

THE WASHINGTON MONUMENT

Grandezza e lungimiranza massonica

Tavola del fr:. G:. P:.

.

XX SETTEMBRE: IL ROVESCIO DI PORTA PIA

A lungo questa data ha coinciso con la celebrazione di un Destino Nazionale finalmente compiuto, la realizzazione di un’utopia medievale (come quella di Federico II), il riscatto del tanto sangue versato (e di tanta carne bruciata sui roghi) per emanciparsi dall’oscurantismo della teocrazia e dei suoi dogmi. Un’azione simbolica di purificazione alchemica della nazione. Ma oggi è in corso un indiscriminato revisionismo storico che rischia di ribaltare i ruoli ed i valori di quel fatidico XX Settembre. Una specie di annessione all’incontrario, dove sembra incidere sul Paese più ciò che è fuoriscito da quella breccia, che i bersaglieri che vi sono entrati per porre fine ai giorni del Papa-Re

Tavola del Fr: A:. Mu:.

.

.

.

NOTRE DAME, ALCHIMIA E SEGRETI

A Notre-Dame convivono, eternamente scolpiti nel sasso, vescovi, santi, ma onuhe diavoli e mostri dalle curiose fattezze, a raccontarci come, nel lontano medioevo, la religiosità andava sempre al passo con il mistero, con l’esoterismo, con la scienza e con l’alchimìa.

Tavola del Fr:. G:. P:.

.

.

IL CUBO E LA SFERA

I due solidi costituiscono la rappresentazione simbolica del lavoro massonico e delle sue finalità: il perfezionamento nella dimensione umana e sociale (il cubo) e l’elevazione spirituale (la sfera). Ma sono in gioco numerose altre valenze simboliche ed esoteriche. Nella compenetrazione mistica dell’una nell’altro si cela forse il segreto della Grande Opera, che in pochi riescono a compiere fino in fondo.

Tavola congiunta dei fratelli F:. C:.  e  G:. V:., scolpita in occasione della tornata del soltizio d’estate (22 Giugno 2011), a cielo aperto ed a logge riunite all’Oriente di Ferrara, presso l’Oasi del fr:. S:. V:.

.

.

INTRODUZIONE ALL’ALCHIMIA

Migliorare, purificare, innalzare, questi sono termini comuni al percorso alchemico ed a quello massonico, sono obiettivi cui l’iniziato deve tendere in un duplice ambito, interiore ed esteriore. Essi sono strettamente legati da un lato ai concetti di morte, putrefazione, scioglimento, disgregazione, dall’altro agli opposti concetti di resurrezione, fortificazione, accrescimento, sintesi, secondo un percorso di iniziazione.

Tavola dei fratelli E:. C:.  e  S:. V:.  

.

.

TRIBUTO A HYPATIA

Ipazia scienziata pagana, martire del libero pensiero, scorticata viva da un gruppo di fondamentalisti cristiani, nell’Alessandria d’Egitto del IV Secolo d.C., resta un’eroina dimenticata della cultura laica e dell’antidogmatismo. Questo omicidio ed il rogo della grande biblioteca alessandrina si calcola siano costati all’umanità 1200 anni di mancato progresso. La religione Cattolica considerà tuttora il vescovo Cirillo, istigatore di quel crudele delitto, un santo “dottore della Chiesa”.

Tavola del Fr:. G:. P:.

.

.

LA VIA DEI NUMERI

Nell’ottica dell’indicazione di una “via della conoscenza” e non di una “meta del conoscere”, nulla pare migliore di uno studio sui numeri. Lo Zero e l’Uno sono i due elementi base, principi contrastanti del concetto puro di esistenza. Essi rappresentano la possibilità (0) e il potenziale (1), la possibilità è l’assenza di ogni cosa pensabile mentre la potenzialità è la trasformazione del tutto nel suo incessante divenire.

Tavola dei fratelli G:. Bo:. e S:. V:.

.

.

CRONOBIOLOGIA: APPROCCIO OLISTICO A MENTE E CORPO

Esistono molti tipi di ritmi biologici: ci sono ritmi circadiani, della durata, cioè, di circa un giorno; ritmi infradiani, con un periodo maggiore di 24 ore, come quelli circamensili o circannuali; ritmi ultradiani, con un periodo inferiore alle 24 ore. Un “relais” fondamentale è costituito dalla ghiandola pineale o epifisi, definita da Cartesio la “sede dell’anima”, anello di giunzione fra la Res Cogitans e la Res Extensa. Per gli orientali, la pineale costituisce il “terzo occhio” o “occhio di Buddha”, in grado di penetrare nelle dimore di cose ineffabili. A livello epifisario è posto il settimo chakra: il loto dell’illuminazione.

Tavola del fr:. V:. G:.

.

.

L’UMILTÀ SENZA UMILIAZIONE DELL’INIZIAZIONE

Bisogna ben distinguere tra essere umili ed umiliarsi. Durante il rito di iniziazione, il candidato sceglie di sua spontanea volontà di farsi mettere un cappio al collo e una benda sugli occhi. Nessuno lo obbliga. Non si umilia, ma dimostra la propria umiltà.

Tavola del fr:. C:. Bo:.

.

.

LA SCELTA DI GIORDANO BRUNO

Fra una morte “animosa” ed una vita imbelle segnata dall’abiura e dalla resa alla Chiesa, il filosofo nolano non ebbe dubbi. Scelse le stelle. Non sarà mai dimenticato che egli fu il primo che comprese la vera costituzione del cosmo. La sua concezione dell’infinito rovescia la concezione geocentrica della Chiesa e sviluppa la concezione eliocentrica di Copernico. E’ da questa nuova visione bruniana che nasce quella concezione del mondo fisico e del mondo morale che caratterizza il pensiero moderno, e che ha significato una duplice liberazione: liberazione dalle superstizioni prima e dai servigi ecclesiastici poi. Una filosofia dell’eroismo, diretta a liberare gli uomini dalla paura, che Bruno ha testimoniato con la deliberata scelta di morire sul rogo.

Tavola del fratello S:. V:.

.

.

UN TRIANGOLO IN BEMOLLE: IL “SEGNO” MUSICALE DELLA MASSONERIA

Anche nella musica massonica sono riscontrabili alcuni specifici elementi di riconoscimento: risultano ad esempio paradigmatici gli accordi ripetuti in triplice sequenza dell’Ouverture del Flauto Magico che ritornano in vari momenti dell’opera, nella tonalità di Mi bemolle Maggiore.

Tavola del fr:. S:. M:.

.

.

LA PRECESSIONE DEGLI EQUINOZI, OVVERO LO STRUMENTO DEL SAPERE ANTICO

“Le intuizioni e i concetti costituiscono gli elementi della nostra conoscenza, così come non possono esserci concetti senza intuizione né intuizioni senza concetti” (Immanuel Kant)

Tavola dei fratelli P:. D:. F:. e  S:.  M:.

.

.

MAYA 2012

I Maya non concepivano la scienza come attualmente intesa, bensì come una combinazione di dati dalla quale ricavavano una numerologia elaborata a scopi religiosi. Ogni 52 “anni vaghi” del loro calendario giungeva la fine di un ciclo. Tale data era molto temuta, la popolazione si ritirava sui colli ad aspettare l’alba spegnendo i fuochi e, quando alla mattina sorgeva nuovamente il sole, c’era giubilo generale, il fuoco sacro veniva riacceso: gli dei avevano concesso altri 52 anni! Sarà così anche all’indomani del fatidico 21 Dicembre 2012?

Tavola del fr:. L:.  F:.

.

.

LA MASCHERA DI HIRAM

Una parabola insolitamente “troppo semplice” per racchiudere l’identità simbolica della massoneria. Scavando in essa si incontrano molti volti e molti nomi diversi di Hiram, per narrare le origini della Libera Muratoria. Sorge allora il sospetto che Hiram sia in realtà una “maschera” per nascondere qualcos’altro o qualcun altro. Ecco allora che dietro il “velo” della Bibbia spunta un altro mitico testo: il Libro dei Morti degli antichi egizi. Il segreto perduto della massoneria potrebbe quindi collocarsi proprio alla soglia fra la vita e la morte.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

PITTURA ED ESOTERISMO

I significati simbolici delle opere come rebus artistici da decifrare secondo un codice semantico basato su precisi nessi fra figure e lettere. Grandi artisti e grandi iniziati, soprattutto nel Rinascimento, hanno creato nel tempo un vero e proprio “vocabolario simbolico” fatto di figure e segni, per comunicare significati non palesi, per fini esoterici, religiosi, politici.

Tavola del Fr:. V:. G:.

.

.

GNOSTICISMO: LA RIBELLIONE INIZIATICA AL DIO CRUDELE DELL’ANTICO TESTAMENTO

Gli Gnostici, miriade di piccole comunità iniziate, celebravano, ognuna in termini autonomi e diversi, il culto di un valore trascendente, la Gnosis, decretata superiore a qualsiasi fede. Le loro radici affondavano negli antichi misteri greci ed egiziani. Si opposero all’interpretazione più ortodossa della Genesi e della Bibbia in generale. Cercarono una sintesi con la nuova religione cristiana, riconoscendo in Gesù un iniziato ed un loro maestro. Rivalutarono la dimensione femminile del Sacro e della Divinità. Propugnavano una vita ascetica, astenendosi dal sesso e dalla procreazione, ma riconoscevano anche il valore segreto ed esoterico degli antichi riti orgiastici. I loro pensatori “segnarono” in modo rivoluzionario i primi due secoli dell’era cristiana, per poi soccombere ai Dogmi ed al Canone imposti dalla Chiesa di Roma, trasformandosi così da seguaci della Fede più originale in “eretici” perseguitati.

Tavola del fr:. G:. S:.

.

.

IL MALE E IL DOLORE NELLA TRADIZIONE GIUDAICO-CRISTIANA E GRECO-ELLENISTICA

Probabilmente la teoria del peccato originale non è mai stata in “mente dei”, ma solo teorizzata dagli uomini per un uso speculativo e coercitivo delle coscienze. Ciò comporta anche una svalutazione della vita terrena intesa come ”valle di lacrime” e di dolore che deve essere accolto come mezzo espiativo per raggiungere “nuovi cieli e nuove terre” promessi dai profeti. Differentemente la cultura greca non ama il dolore, perché ama la VITA e tutto quanto concorre al suo miglioramento e potenziamento.

Tavola del fr:. N:. P:.

.

.

GIORDANO BRUNO, IL MAGO

Per il filosofo nolano la Magia Matematica, vera e propria “occulta filosofia”, aggiungeva alla Magia Naturale parole, canti, calcoli di numeri e tempi, immagini e figure, sigilli, caratteri e lettere, rinviando così alle scienze geometriche, aritmetiche ed astronomiche. Tutto questo in opposizione alla religione che “vuol fra credere che è vile e scellerato ciò che alla ragione pare eccellente; che la legge naturale è una ribalderia… che la filosofia e la magia sono pazzie… e che l’ignoranza è la più bella scienza del mondo”.

Tavola del fr. D:. Z:.

.

.

PROSELITISMO E TEGOLATURA

Chi vuole entrare al giorno d’oggi a far parte della Comunione, come si deve comportare? Senz’altro, fino a non molto tempo fa, doveva necessariamente prendere contatto con un massone, oggi, con l’avvento di Internet, si può anche “cliccare alle porte del Tempio”. Questo rende necessario un impegno ancora maggiore e più severo da parte dei Fratelli nel vagliare i cosiddetti “bussanti”. Un richiamo alle antiche regole della “tegolatura” è quindi più che mai opportuno. Anche per evitare che il proselitismo e la crescita della Massoneria si riducano ad un a mera questione di “quantità”, a scapito della “qualità” umana e spirituale che i nostri Templi dovrebbero continuare ad emanare.

Tavola del fr:. E:. B:. 

.

.

IL CORAGGIO DI ESSERE MASSONI

La Libera Muratoria in Italia è avversata da ignoranza e preconcetti, ben coltivati da una certa classe politica e dalla Chiesa, che rendono assai problematico essere e dirsi Massoni. Una scelta che anche oggi può rappresentare una sfida sociale, ma che “uomini liberi e di buoni costumi” continuano comunque a fare per un insopprimibile bisogno di ricerca della propria Verità interiore. La testimonianza di un Fratello che vissuto quasi mezzo secolo “fra le Colonne”, anche nei suoi tempi più bui (i tempi della P2 e delle persecuzioni giudiziarie che ne sono seguite) senza perdere mai l’Orgoglio di appartenere all’Istituzione.

Tavola del fr:. G:. V:.

.

.

I BORBONI DI NAPOLI: UNA STORIA DA SCRIVERE O DA RISCRIVERE

La rilettura dei dati economici e sociali del Regno di Napoli tende ad invertire i ruoli che la “storia scritta dai vincitori” assegna al Nord “progredito” ed al Sud “arretrato e contadino” dell’Italia pre-unitaria. In realtà fino al 1860 era la Calabria la regione più ricca ed industrializzata d’Italia; dai cantieri e dalle industrie napoletane uscirono la prima nave a vapore e la prima linea ferroviaria d’Europa. L’economia borbonica primeggiava anche nella Chimica, nella Farmaceutica, nella ricerca e nell’insegnamento universitario. Tutto ebbe fine con “l’invasione” piemontese, che depredò il Meridione dei suoi impianti e delle sue ricchezze (con esse vennero fondate al Nord società come la Breda e la SIP, l’attuale Telecom). I Borboni di Napoli, regnarono per oltre un secolo sull’Italia meridionale e sulla Sicilia: a Ferdinando II fu proposto di diventare Gran Maestro della Massoneria e Re d’Italia. Rifiutò. E così probabilmente cambiò la storia italiana, che avrebbe potuto essere molto diversa da quella “scritta” dai Savoia.

Tavola del fr:. M:. P:.

.

.

LA TAVOLA SMERALDINA, TRA ORIENTE ED OCCIDENTE

Pare sia stata ritrovata in Egitto ben prima dell’età cristiana, il testo sarebbe stato ritrovato in una tomba, scolpito con una punta di diamante su una lastra di smeraldo. Ricompare nel medioevo e viene attribuita dalla tradizione ad Ermete Trismegisto (letteralmente: tre volte grandissimo), re, filosofo, sacerdote e profeta, tenuto in grande considerazione da Osiride.

Tavola del fr:. G:. P:.

.

.

LA FRATELLANZA DELLA MOTOCICLETTA

Breve viaggio in Harley Davidson di tre fratelli di Loggia, per ritrovare sulle strade austriache la metafora dell’iniziazione tribale.

Tavola dei ffrr:. G:. P:., M:. T:., N:. P:.

.

.

LA TEMPERANZA NEL SEGNO DELL’ACQUARIO

Nell’immaginario medioevale il carattere aereo dell’Acquario viene raffigurato come un arcangelo solare alato che si trasforma nel XIV elemento del libro iniziatico dei Tarocchi: Il Genio della Temperanza. L’angelo riassume tutte le caratteristiche positive del segno e ne rappresenta il perfezionamento delle qualità dell’uomo e l’intellettualizzazione della condizione umana nell’aspirare a una spiritualità pura.

Tavola del fr:. S:. V:.

.

.

L ‘ARIETE, SEGNO DELL’ALBA INIZIATICA

Astrologicamente è il segno governato da Marte. Per gli alchimisti rappresentava il Vello d’Oro conquistato dagli Argonauti, come simbolo di trasformazione della materia in stati di maggior purezza. In Massoneria l’Ariete è uno dei primi simboli che i fratelli incontrano nel loro cammino iniziatico. Nel Gabinetto di Riflessione è abbinato alla raffigurazione del Gallo, per rappresentare l’alba della nuova vita massonica, preludio della trasformazione interiore che comporterà l’uscita dalle tenebre profane ed il passaggio fra le colonne del Tempio.

Tavola del fr:. V:. S:.

.

.

5, PENTAGONO E PENTALFA

“Ogni cosa è simbolo quaggiù; le parole stesse non sono che simboli di idee”. Questa frase ha ancora più senso per noi Massoni, che nel Tempio siamo circondati da simboli.

Tavola del Fr:. C:. Bo:.

.

.

IL CIELO DEI MAYA

L’antica civiltà dei Maya e quella del Vecchio Continente, cinquecento anni prima del loro fatidico incontro-scontro al tempo dei Conquistadores spagnoli, avevano elaborato visioni cosmologiche incredibilmente affini nel modo di vedere la creazione, l’avvento dell’uomo, il bene ed il male e la dualità; forse per indicarci un’unica origine o, più semplicemente, una forma logica comune di formazione del pensiero umano che porterebbe a conclusioni similari.

Tavola del Fr:. L:. F:.

.

.

LA FORZA INVISIBILE DELL’EGGREGORO

Sono concetti vitalizzanti, con una loro sovradimensione spirituale ed energetica che unisce intimamente i membri di comunità iniziatiche come le Logge. Solo le istituzioni a carattere rituale (Chiesa, Massoneria, Martinismo, ecc.) possono infatti generare un eggregoro duraturo. Può distruggerlo unicamente l’abbandono dei rituali e la soppressione con il fuoco dei suoi membri e dei suoi scritti. Mentre non lo può spegnere la morte naturale, né quella per spargimento di sangue, che anzi ne accresce la vitalità occulta. Si spiega così come le persecuzioni contro il Cristianesimo abbiano in realtà accresciuto la sua estensione, ed il fatto che gli eretici ed i loro scritti venissero distrutti con il fuoco.

.

.

IL PARADOSSO DELLA LAICITÀ “DOGMATICA”

Tolleranza, Laicità, Religione: raramente la Storia è riuscita a creare un equilibrio, sia pure precario, fra questi valori. La Dea della Ragione è stata talvolta più intollerante della Chiesa Cattolica. L’antidoto contro ogni degenerazione resta il Dubbio Laico: un insegnamento che proviene anche dalla Croce, sulla quale perfino (il figlio di) Dio dubitò di se stesso.

Tavola del Fr:. N:. P:.

.

.

LA VERITA’: UNA LUCE CHE PUO’ ACCECARE

Considerazioni sul concetto di Verità: un bene reale, un ideale di vita o una scelta comportamentale? Perché cercare la Luce e la Verità.

Tavola del Fr. C:. B:.

.

.

LA TOLLERANZA ED I SUOI SURROGATI

Troppo spesso si fraintende il reale valore della Tolleranza, scambiandola per mera “sopportazione” di idee e comportamenti diversi dai nostri. In realtà la vera Tolleranza non può essere un atteggiamento passivo, bensì una pratica attiva di ascolto, conoscenza e coinvolgimento. Come sostiene Ghandi, serve anche una genuina predisposizione interiore di benevolenza ed accettazione del prossimo. L’elaborazione del concetto di Tolleranza da Locke a Voltaire. Il paradigma della libertà religiosa.

Tavola del fr:. M:. T:.

.

.

LA SCIENZA SCONSACRATA

I Ritmi Magici “dimenticati” della Scienza Sacra.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

LA PROFEZIA DELL’ESAGRAMMA

La sindrome di fine Millennio sembra deflagrare a scoppio ritardato nelle coscienze dell’Uomo Occidentale degli Anni Duemila. Non solo fra i teologi apocalittici, ma perfino fra gli scienziati più razionalistici c’è chi formula teorie sull’inevitabilità del collasso ecologico e della fine del Mondo (che ormai avrebbe superato il punto di non ritorno della sostenibilità ambientale rispetto alla sovrappopolazione). Qualche storico inoltre sostiene che, quasi senza accorgercene, staremmo già combattendo la terza guerra mondiale (quella per accaparrarsi le fonti d’energia, e le fonti idriche). La speranza è che nel nuovo millennio si compia la profezia del ricongiungimento del triangolo maschile e di quello femminile (l’esagramma di Salomone) per creare una società più giusta ed equilibrata. E sembra proprio che sia la Massoneria, una scuola iniziatica solare, di soli uomini, a possedere la chiave che può liberare il Femminino dal suo estremo rifugio; l’unico in cui ha potuto trovare segreta protezione e sopravvivenza in questi duemila anni di persecuzioni da parte di un cristianesimo crudelmente misogino.

Tavola del Fr. A:. Mu:.

.

.

L’OROLOGIO DA POLSO DI DIO

Il dilemma del Tempo oltre la vita.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

LA MORTE NEGATA

Come negli ultimi due secoli il pensiero della Morte è stato completamente esiliato dall’esistenza profana. Gli antichi insomma si preparavano per tutta la vita ad attendere ed affrontare la morte. E quando arrivava sapevano bene cosa fare. Nel nostro secolo invece la morte ha i minuti contati. Le vengono riservati solo gli ultimissimi istanti della nostra vita e di quella dei nostri cari. Deve fare in fretta. E possibilmente coglierci di sorpresa, quasi senza farsene accorgere…

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

IL COMPASSO: LA CONGIUNZIONE INIZIATICA

E’ uno dei più importanti strumenti simbolici della Massoneria, preposto a tracciare la rotta del percorso iniziatico. Dal latino “Cum passus”, misurare a passo, come metafora della “diritta via” e del “viaggio”. E’ raffigurato come utensile del Grande Architetto dato in dono all’uomo, proprio per congiungere il Divino e l’Umano, il Sopra e il Sotto. E’ il medium fra l’idea-progetto e la realtà.

Tavola del Fr. F:. C:.

.

.

COMPATIBILITA’ FRA CHIESA CATTOLICA E MASSONERIA

La prima condanna “ufficiale” del Vaticano risale al 1738, da allora i documenti cattolici contro la Massoneria sono stati più di tremila, di cui ben 586 gli interventi magistrali dei Papi. Dopo gli spiragli del Concilio Vaticano II e di Paolo VI, con l’attuale pontefice Benedetto XVI le distanze si sono fatte ancora più ampie. Per la Chiesa ha doppia appartenenza, alle Logge ed alla comunione cattolica, è assolutamente da escludere. Per l’Episcopato tedesco (Card. Seper) “Il relativismo ed il soggettivismo (della Massoneria) non si possono armonizzare con la fede nella parola di Dio rivelata ed autenticamente interpretata dal Magistero della Chiesa… l’iniziazione simbolica sta in chiara concorrenza con la trasformazione sacramentale attuata dalla Chiesa. Infatti se con i rituali dei tre gradi massonici vengono già raggiunti l’illuminazione ed il superamento della morte, a che cosa d’altro dovrebbe servire la comunicazione sacramentale della salvezza nel Battesimo, nella Penitenza e nell’Eucarestia?”.

Tavola del fr:. E:. B:.

.

.

IL TENDINE DELL’APPRENDISTA

Chi è l’Apprendista? Cosa rappresenta? Qual è il suo mondo interiore ed esteriore?

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

IL MALE

La ricerca del Bene presuppone la percezione del Male, la sua comprensione e la sua trasformazione. Un ipotetico dialogo fra il Bene ed il Male.

Tavola del fr:. G:. P:.

.

.

SOLSTIZI ED EQUINOZI: FARI DI ORIENTAMENTO TEMPORALE

Tutte le civiltà del mondo antico davano grande importanza al fenomeno del “mezzogiorno senza ombre”, elaborando una vera e propria Mitologia Astrale, cui si affiancò anche una sostanziale Biologia Astrale, che vedeva nei soltizi ed equinozi pietre miliari nel nostro cielo e nella nostra vita biologica.

Tavola del fr:. G:. S:.

.

.

I CATARI

Il termine “cataro”, di derivazione greca, significa “puro”. Teologicamente erano conosciuti come “Dualisti”, mentre genericamente erano detti “Albigesi”, dalla città di Albi in cui alcuni catari condannati al rogo dal vescovo Sicardo furono liberati a furor di popolo. L’eresia Catara si sviluppò infatti proprio in Occitania, tra il XII e XII secolo, causando una violentissima reazione da parte della Chiesa Cattolica, che lanciò contro di essa una vera e propria Crociata di sterminio.

Tavola del fr:. F:. F:.

.

.

IL DEGRADO AMBIENTALE E GLI EFFETTI SULL’UOMO

L’insulto alla Terra è una brutalità alla Madre, e un gesto spesso selvaggio che ci conduce al ritorno del Kaos, atraverso una generazione di genti e comandanti sempre più ignavi. La Terra danneggiata facilita la nascita e la crescita di un popolo debole, che a sua volta non è in grado di riparare il danno, ed anzi lo agrava. Erodoto fa dire a Ciro che di solito da Terre molli nascono uomini mosci. Ippocrate ribadiva l’indissolubilità fra caratteristiche di terra, clima e uomini.

.

.

LA LIBERTA’ DEL MASSONE

La Libertà per un libero muratore è essere libero dai pregiudizi, dai bassi istinti del metallo, dai dogmi, dai giudizi precostituiti, dagli steccati ideologici e religiosi, e dall’egoismo. E’ la condizioni mentale che consente all’iniziato di governarsi giustamente e spontaneamente. Una condizione che lascia lo spiriti in feconda autonomia, come l’artista padrone della propria materia, che può creare senza doversi più confrontare ansiosamente con le regole che l’hanno guidato e condizionato ai suoi esordi. Con l’esperienza e la pratica, egli le applica spontaneamente, senza nemmeno doverle pensare, e così il suo pensiero creativo diventa veramente libero.

Tavola del fr:. G:. B:.

.

.

IL PARADOSSO DELLA LIBERTA’

Libertà: è il concetto evocato per primo nel trinomio massonico, rispetto ad Eguaglianza e Fraternità. In realtà la logica suggerisce una diversa “consecutio” di termini, in cui la Libertà sarebbe piuttosto la conseguenza finale ed armonica degli altri due. Esistono visioni diverse della Libertà: dal “diritto di fare tutto ciò che le Leggi permettono” (Montesquieu) a “tutto ciò che gli uomini hanno il diritto di fare, e che la società non ha il diritto di impedire” (Costant). Anche il tiranno può essere, secondo Burgess, un “demiurgo” della libertà.

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE ED EMOZIONI

Unendo emozioni, tecnologia e processi logici: introduzione alla computazione emozionale. Non bisogna chiedersi se le macchine intelligenti possono avere emozioni, ma se le macchine possono essere intelligenti senza di esse (Marvin Minskt, 1985). Quando la stessa cosa accade ad un uomo (superare con eccellenti risultati prove di intelligenza, ma essere incapaci di provare alcuna emozione) si verifica una situazione patologica, conosciuta come “malattia di Damasio”. Tali persone prendono decisioni su basi esclusivamente logiche, senza alcuna mediazione emotiva. In genere i risultati sono disastrosi…

Tavola del fr:. P:. M:.

.

.

IL PAVIMENTO A SCACCHI

Bianco e nero: i colori del pavimento che calpestiamo superando le colonne Jachin e Boaz, è perfettamente ordinato, perfettamente geometrico. Tra i concetti che si affacciano alla mente: il giorno e la notte, il bene e il male, l’uomo e la donna, il corpo e l’anima, la vita e la morte, l’inizio e la fine… unico indiscutibile elemento costante è che si tratta sempre di opposti, inseriti nel gioco di un eterno dualismo

Tavola del fr:. D:. Z:.

.

.

GLI STRUMENTI DA LAVORO DELL’APPRENDISTA

Tre furono i colpi battuti alla porta del Tempio, che mi introducevano dal mondo profano alla ricerca della Vera Luce. Da subito con i rumori, il buio, l’amaro sapore, la circumbulazione, né nudo nnè vestito, né scalzo né calzato, è iniziato il lavoro di sgrezzamento della mia pietra grezza… Ben presto l’animo si pone alla ricerca degli strumenti necessari per questo lavoro, all’interno della Loggia. Bisogna solo imparare a intuirne la funzione pratica e simbolica.

Tavola del fr:. G:. B:.

.

.

SEGRETI

Aristotele ammoniva: “Colui che comunica i segreti della Natura e dell’Arte rompe il sigillo celeste e molti mali seguono l’uomo che rivela i segreti”. Già nel CVII secolo a.C. si diceva che “colui che sa può mostrare a chi sa; ma colui che sa non deve dimostrare a chi non sa!”. E Bacone, in tempi più moderni, ribadiva: “Tieni più segreto questo segreto, rivelando il segreto se ne diminuisce la forza. Il volgo non può comprenderne nulla”. Ai massoni d’oggi resta un dubbio fondamentale: “Il segreto è quello che non dico, o quello che non so?”.

Tavola del fr:. D:. Z:.

.

.

UN TESSUTO LINGUISTICO SU BASI NUMEROLOGICHE

Nell’arte del costruire sono rilevanti e ricorrenti rapporti numerici riscontrabili nelle strutture architettoniche, nelle sculture, nelle raffigurazioni pittoriche, nei mosaici, nelle vetrate e nelle figure decorative. E’ evidente che i diversi artefici di queste opere hanno condiviso un codice, un linguaggio, non solo tecnico-numerico, ma anche simbolico-speculativo di tipo esoterico. Una chiave di lettura che può essere ricercata non soltanto in ottica Cristiana, ma anche Pitagorica, Alchemica, Kaballistica.

Tavola del fr:. G:. B:.

.

.

YIN E YANG

Il significato di questo simbolo è immenso. Esso costituisce da millenni la base della medicina, delle arti marziali, dei rapporti sociali, della cucina, della sessualità e della forma mentis cinesi. Ogni aspetto della vita cinese trae ispirazione da questo simbolo taoista. Molte le analogie con la tradizione alchemica.

Tavola del fr. R:. V:.

.

.

COS’E’ LA MORTE?

Cosa s’intende per Immortalità, Eternità, Spazio, Tempo? L’Aldilà esiste? E’ un luogo, uno stato di coscienza, una sperimentazione interiore di cause ed effetti? E’ un transito o una dimora? I defunti mantengono collegamenti con i vivi? Esiste il Purgatorio, l’Inferno, il Paradiso? Cosa sono? Sono stati di riflessione o sono luoghi, vale a dire tempi e spazi? La reincarnazione è solo una credenza o una realtà evolutiva? E’ sperimentabile? Gli interrogativi non mancano. Le risposte, nei lavori di Loggia, anche…

Tavola del fr:. F:. M:.

.

.

RITUALITA’, FRA MICRO E MACROCOSMO

Nel terzo secolo dopo Cristo il filosofo neoplatonico Giambico scrive un libro che è un inno ed un’estrema difesa del politeismo e l’intitolo, in onore di Ermete Trismegisto, “I Misteri d’Egitto”. Il testo scompare per oltre 1000 anni, cancellato dal trionfo del Cristianesimo. Verrà riscoperto da Marsilio Ficino nella Firenze di Lorenzo il Magnifico, e diventerà uno dei cardini del pensiero magico dell’Occidente da Giordano Bruno ai giorni nostri. In modi talvolta avventurosi come questo, gli antichi saperi sono riusciti a sopravvivere ai periodi di transizione in cui nuove credenze e nuovi poteri prendono il sopravvento. Ancora oggi se ne conserva l’essenza nelle Logge Massoniche, come fonte non inquinata per esplorare il Micro e Macrocosmo

Tavola del fr:. G:. B:.

.

.

L’ETICA DEL GREMBIULE

Strumento indispensabile per il lavoro della ragione. Un valore che viene trasmesso in particolare dal “primo grembiule”, quello più bianco e più semplice dell’Apprendista, depositario di tanto “silenzio” ed allo stesso tempo generatore di linfa vitale.

Tavola del fr:. V:. M:.

.

.

SETTE UOMINI SIMBOLO

Sette uomini (Venerabile, Primo Sorvegliante, Secondo Sorvegliante, Oratore, nei paesi anglosassoni anche il Tesoriere, Segretario, Maestro delle Cerimonie e Copritore) rappresentano la matrice esoterica-iniziatica della Loggia, che si sostanzia in tre momenti: il primo, nel riconoscersi in catena d’unione; il secondo, nel tradurre in realtà la simbologia umana e rituale; il terzo momento, nell’attuazione iniziatica dei lavori “architettonici” per la costruzione del Tempio.

Tavola del fr:. G:. C:.

.

.

L’INQUIETUDINE INTERIORE E LA REGOLA MASSONICA

La Massoneria speculativa è costituita da uomini che si sono avvicinati all’Istituzione perché non trovavano nel mondo profano riposte alle loro inquietudini interiori. Tuttavia questa inquietudine non viene placata dall’Iniziazione, ma continuerà ad essere una sorgente di energia e di forza, che potrà anche costare dolorose asprezze, disillusioni e conflitti. Da questo la necessità di imparare a “giocare col (proprio) fuoco (interiore)”, attraverso gli stessi strumenti della Regola massonica.La Massoneria speculativa è costituita da uomini che si sono avvicinati all’Istituzione perché non trovavano nel mondo profano riposte alle loro inquietudini interiori. Tuttavia questa inquietudine non viene placata dall’Iniziazione, ma continuerà ad essere una sorgente di energia e di forza, che potrà anche costare dolorose asprezze, disillusioni e conflitti. Da questo la necessità di imparare a “giocare col (proprio) fuoco (interiore)”, attraverso gli stessi strumenti della Regola massonica.

Tavola del fr:. C:. B:.

.

.

L’ORIGINE DEL MONDO

Nei tempi attuali di incertezza fra una visione scientifica e meccanicista dell’origine del cosmo (Cartesio, Newton, ecc.) ed una visione più sistematica e trascendente, dove il Big Bang resta ancora un fenomeno sostanzialmente inspiegabile, può essere interessante ricordare alcune antiche tradizioni legate al “momento primo” dell’Universo: la tradizione Scandinava; quella mitologica dei Maya Quichè; la tradizione Giudaico-Cristiana; la tradizione Greca; Babilonese; e quella Alchemica.

Tavola del fr:. G:. F:.

.

.

IL TAJ MAHAL: AMORE, ESOTERISMO E RELIGIONI

Si tratta del più famoso mausoleo mai edificato. Lo volle il Gran Mogol per onorare l’Amore che aveva condiviso con la sposa defunta. Le sue dimensioni sono imponenti, ma le sue perfette proporzioni lo fanno apparire racchiuso in uno spazio apparentemente molto più piccolo del reale. C’è in questo un preciso insegnamento esoterico, che da un particolare senso di bellezza e prospettiva anche all’incessante lavoro dei massoni per la “costruzione” del loro ideale Tempio Interiore alla virtù. Il tragico destino dello stesso Gran Mogol e degli uomini che lavorarono alla sua costruzione.

Tavola del fr:. G:. P:.

.

.

IL QUADRATO MAGICO DEL SATOR: SIMBOLO E STRUMENTO

Quadrati magici sono stati rinvenuti i Mesopotamia, Capadocia, Ungheria, Egitto, e molti altri luoghi dell’Impero Romano. Il più famoso è forse quello rinvenuto a Pompei risalente al 76 d.C. Nel Medioevo il “Sator” vene posto a sigillo di Chiese e Cattedrali collegabili ai Maestri Comencini ed all’Ordine dei Templari. Al di là del suo valore magico e simbolico, era probabilmente anche uno “strumento” utilizzabile solo dagli iniziati che ne conoscevano il segreto, per disegnare e progettare. Anche oggi potrebbe costituire uno strumento di riflessione per edificare nuove cattedrali al Libero Pensiero.

Tavola del fr:. M:. T:.

.

.

“PULVIS ES”: L’UMILTA’ DELL’UOMO, UN VALORE “RELATIVO”

Siamo destinati a morire come individui, e probabilmente a dissolverci come specie quando l’intero Universo tracollerà. Questa consapevolezza impone quindi una certa umiltà nel considerare la nostra funzione a livello cosmico, e nell’accettare le regole naturali che lo governano. Ma perché mai l’Uomo dovrebbe essere così “umile”? In realtà non si è mai inchinato alla Natura, ma ha cercato di conoscerla, di superarla, e quasi sempre c’è riuscito. Ma questa è stata anche la chiave della sua evoluzione e della sua stessa sopravvivenza, e lo sarà anche in futuro quando imparerà a viaggiare fra le galassie prima dell’implosione del sistema solare. L’Uomo non possiederà mai la “virtù morale dell’umiltà”, non perché non lo voglia, ma perché “non può”!

Tavola del fr:. G:. V:.

.

.

IL LAVORO MASSONICO

Dall’insegnamento di Wirth si evince che l’uomo comune lavora per vivere, mentre è privilegio dell’uomo saggio (e quindi anche del massone) vivere per lavorare. Più i massoni cercano di costruire e non di distruggere, di testimoniare e non di contendere, più risultano idonei al ruolo di perfezionatori dell’umanità che li contraddistingue da secoli.

Tavola del fr:. A. Z:.

.

.

DAL DOLLARO AMERICANO A PARACELSO ATTRAVERSO LA SPAGIRIA

Il Delta luminoso della Loggia rispecchiato nelle banconote americae per volere del Presidente massone F.D. Roosevelt nel 1933. Dietro quel simbolo, il valore del numero “3” e dei “tria principia”dell’opera alchemica – sale, zolfo e mercurio – reintrodotti da Paracelso.

Tavola del fr:. F:. Z:.

.

.

IL GRANDE FRATELLO E IL GRANDE ARCHITETTO

Con quali strumenti i “piccoli fratelli” potranno opporsi al Grande Fratello mediatico?

Tavola del fr:. A:. Mu:.

.

.

AVVICINIAMOCI AI SIMBOLI

Sono il prodotto della parte più profonda della mente umana. Mentre per gli studiosi “i segni” rinviano a cose note e conoscibili, i simboli fanno riferimento all’ignoto. L’origine greca del termine, indicava un segno di riconoscimento che si otteneva spezzando un oggetto in due frammenti. Goethe invita però a non confondere mai il linguaggio simbolico con quello dell’allegoria.

.

.

LA FRATELLANZA MASSONICA

E’ molto difficile far capire ai profani che i Fratelli si aiutano essenzialmente per il reciproco miglioramento interiore, e che l’aiuto materiale è invece considerato di nessun valore, perché ritenuto un’inclinazione spontanea e naturale. Una solidarietà spirituale profonda che il mondo profano ci invidia, e per questo ci calunnia. In realtà il vincolo dei Doveri verso l’Umanità (ovvero la società) che il massone sottoscrive fin dall’inizio, non potrà mai avvallare privilegi a scapito di profani ritenuti più meritevoli.

Tavola del fr:. G:. F:.

.

.

“LIBERTÀ, EGUAGLIANZA, FRATERNITÀ”: SPUNTI DI RIFLESSIONE

Il motto viene citato la prima volta in un ordine del giorno del 1791 in cui si auspica che i soldati della rivoluzione francese portassero il trinomio inciso in una placca sul cuore. Fu anche quella l’origine di una “deviazione” della libera muratoria francese dalla sua essenza iniziatica, per trasformarsi in un movimento con finalità più sociali e politiche.Il motto viene citato la prima volta in un ordine del giorno del 1791 in cui si auspica che i soldati della rivoluzione francese portassero il trinomio inciso in una placca sul cuore. Fu anche quella l’origine di una “deviazione” della libera muratoria francese dalla sua essenza iniziatica, per trasformarsi in un movimento con finalità più sociali e politiche.

Tavola del fr:. G:. R:.

.

.

SERIETA’, SENNO…

Il rituale massonico contiene, celate dal linguaggio iniziatici, tutte le indicazioni necessarie per orientare il nostro cammino di perfezionamento interiore. Prima tappa, la Serietà: è la consapevolezza dei propri limiti e difetti, bagaglio essenziale per cominciare il viaggio. Seconda tappa: il Senno, ovvero la prudenza dell’intelletto che ci rende più aperti e tolleranti, necessari per avanzare e perfezionarci concretamente.

Tavola del fr:. V:. M:.

.

.

T come TEMPO e D come DISTANZA

Oggi il Tempo necessario a coprire la distanza tra due luoghi si è quasi annullato, mentre il Tempo per noi stessi e la Distanza che ci separa dalle mete importanti sono sempre più indefinibili. Per ritrovare noi stessi e le nostre priorità è necessario recuperare i valori iniziatici originali. Non è un caso se, come dimostra lo scrittore Coehlio, perfino le dimensioni delle attuali capsule spaziali e delle moderne ferrovia sono state “stabilite” secoli da fa dagli antichi romani…

Tavola del fr:. S:. S:.

.

.

L’EGGREGORE E LA CATENA D’UNIONE

Un termine che non figura nemmeno nel vocabolario della Lingua Italiana, ma che nella pratica e nel simbolismo massonico ha un significato estremamente importante e “tangibile”. Nel tempio l’eggregore è rappresentato dalla fune con sette (o dodici) nodi che abbraccia tutta la loggia dalla colonna J alla colonna B. La sua massima espressione si ottiene quando il lavoro dell’officina coinvolge al massimo grado di coinvolgimento psichico ed intellettuale di tutti i fratelli Eliphas Levi l’ha definito “un fenomeno di psichismo collettivo, volontariamente orientato”.

Tavola del fr:. E:. B:.

.

.

MASSONERIA E INFORMAZIONE

Quando il Quarto Potere bussa alle porte del Tempio: il difficile rapporto fra mass-media e massoneria.

Tavola del fr. A:. Mu:.

.

.

ARTE, BELLEZZA ED ARMONIA DALLA SEZIONE AUREA

Armonia e bellezza hanno regole precise, che si condensano nella “divina proporzione” o “numero aureo” (1,61803…) con cui sono state costruite la Piramide di Giza, il Partendone di Atene e tutti i maggiori monumenti dell’antichità. Anche se oggi c’è chi ne contesta l’evidenza.

Tavola del fr:. G:. P:.

.

.

SPERANZA E NECESSITA’ DI DIO

L’intelligenza dell’uomo ed il suo spirito mal si adattano ad essere prigionieri di un corpo corruttibile, destinato comunque a morie. Le continue conquiste della medicina allungano la nostra vita, ma non cambiano il significato finale della nostra esistenza. Solo l’idea che esista un Grande Architetto dell’Universo, e che la nostra vita faccia parte di un disegno superiore, offre la speranza di non essere vissuti invano.

Tavola del fr:. V:. S:.

.

.

LUNA E LIBERTA’

Il particolare significato della simbologia e della numerologia lunare per l’Apprendista. Nei 28 giorni del ciclo lunare si rispecchiano infatti l’essenza della “diade” (2) principio dell’esteriorizzazione creativa, e della tendenza all’infinito (8), come elemento propulsivo della ricerca esoterica.

Tavola del fr:. G:. B:.

.

.

PRIMI PASSI

Dal gabinetto di riflessione al pavimento a scacchi: l’impatto del neo-iniziato con la Loggia, i suoi simboli, la ritualità, i gesti, i passi… Niente è affidato al caso, tutto ha un significato, perfino dove e come stare seduti. L’iniziazione: un evento che cambierà per sempre la nostra vita. E’ bene conoscere subito i lati luminosi e quelli più oscuri del lungo viaggio che ci si appresta ad affrontare.

Tavola del fr:. A:.  Mu:.

.

.

CHI OSA BATTERE ALLA PORTA DEL TEMPIO?

Omosessualità e Iniziazione.

Tavola del fr:. A:.  Mu:.

.

.

L’ALTRA META’ DELLA LUCE

Una “Assenza”, quella delle donne nelle Logge, che sotto forma di Simbolo diventa improvvisamente una fondamentale “Presenza”. I valori ed i simboli del Femminino compagni occulti del cammino iniziatico.

Tavola del Fr:. A:. Mu:.

.

.

 

IL RITO DI YORK

L’Arco Reale è la sola primaria chiave di accesso al Sistema. Successivamente si può accedere indifferentemente al “Concilio” e/o alla “Commenda”. Sono tre “Entità Rituali Autonome e Sovrane”, con un propri distinti “Rituali” e “Corpus Juris”, trasmessici dagli Stati Uniti e fedelmente tradotti nella nostra lingua.

Tavola del fr:. G:. Fab:., Past Gran Maestro del Gran Concilio, Past Sommo Sacerdote del Gran Capitolo 

.

.

.

 


Lasciaci un commento

Cerchi qualcosa?

Utilizza il campo sottostante per cercare nel sito:

Hai cercato qualcosa che non hai trovato? Contattaci e richiedici l'informazione che cerchi!

Link

Ti raccomandiamo di visitare questi siti web