IL MAESTRO DELLE CERIMONIE

Il Maestro delle Cerimonie ha un collare dotato di un gioiello che rappresenta due aste incrociate ed il bastone che caratterizza la sua carica. E’ il simbolo che identifica “chi sa indicare il cammino”.

MdC 1 Tavola del fr: V:. C:. Per illustrare compiutamente quale sia il ruolo del Maestro delle Cerimonie è utile chiarire prima di ogni cosa perché, riunendosi in un Tempio, sia indispensabile ritualizzare i lavori. Lo scopo principale del lavorare ritualmente consiste soprattutto nel ...

inserito il 16 03 2017, nella categoria Ritualità, Simbolismo, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

LA COPPA DELLE LIBAGIONI

Arturo Reghini non parla di una “Coppa delle libagioni” e nemmeno di una “Coppa dei giuramenti”, bensì descrive un unico ”Calice dell’Oblìo”, poter intraprendere il “Viaggio”, mondato da tutti i ricordi del mondo profano.

COPPA LIB Tavola del fr:. G:. P:. Nella mitologia, che è giunta fino a noi grazie più alle tradizioni che alla storia, scopriamo che gli antichi Dei accompagnavano l’agape con frequenti libagioni di raffinati vini di cui, purtroppo, si sono perse le peculiari ...

inserito il 02 03 2017, nella categoria Iniziazione, Mitologia, Ritualità, Simbolismo, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

“LI’ OVE IL ROGO ARSE”

E’ l’iscrizione posta alla base del monumento di Giordano Bruno, ad opera dello scultore massone  Ettore Ferrari, eretto nel 1889 in Campo dei Fiori a Roma, nello stesso punto in cui il filosofo nolano subì il martirio decretato dall’Inquisizione. Lo schieramento cattolico fece di tutto per impedirne la realizzazione, ed in seguito per cercare di abbatterlo o rimuoverlo. Perché tanta perdurante ostilità nei confronti di Bruno?

Campo dei Fiori 1 Tavola del fr:. R:. Baz:. Nella trasmissione del 1 marzo 2015 di Uomini e profeti, Rai Tre, si svolse un’intervista con Massimo Bucciantini, professore di Storia della Scienza a Siena, riguardante il suo libro “Campo dei Fiori, storia di ...

inserito il 17 02 2017, nella categoria Giordano Bruno, Laicità, Storia, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

I CONFINI DELLA RAGIONE

Il nostro viaggio è un po’ come quello degli Argonauti, un viaggio che naviga nell’ignoto, che ci conduce a calpestare terre sconosciute, ma a quale prezzo? Non darebbe più serenità vivere nei confini della Fede, senza Ragione? In altre parole, vale la pena attraversare le Colonne d’Ercole?

Tavola collettiva della R:. L:. Giordano Bruno ragione (Illustrazione federicobecchettiart) Forse è nella natura stessa dell’Uomo quella di avere confini, nella vita che vede scorrere davanti a se, i confini delle sue azioni, i confini del suo pensiero. Egli sogna di non avere limiti, di ...

inserito il 20 12 2016, nella categoria Filosofia, Simbolismo, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

TEMPO PROFANO, TEMPO MASSONICO

Il tempo profano è in sé concluso, finito e destinato ad estinguersi, così come conclusa, finita e peritura è la vita profana; il tempo iniziatico è in-finito, cioè si proietta e si confonde (cum-fundere, liquefare, sciogliere insieme alchemicamente) nell’essenza eterna dell’Essere.

tempo-massonico Tavola del fr:. S:. M:. (R:. L:. Sol Invictus) g.c.   “Che cos’è quindi il tempo ? Se nessuno me lo chiede, lo so; se dovessi spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so più”. Con queste parole di Sant’Agostino (1) esprime la difficoltà ...

inserito il 20 09 2016, nella categoria Esoterismo, Tavole dei Fratelli, Tempo

1 Commento Leggi il resto...

FISICA E METAFISICA DELLA LUCE

Tavola scolpita dal fr:. Giorgio Valentini nel 2012, letta in suo onore ed in sua memoria durante la celebrazione rituale del Solsitizio d’Estate (19 Giugno 2015) presso l’Oasi Esoterica-Naturalistica della sua famiglia.

LUCE LUCE 5Se mai scopriremo una teoria complessa (della fisica del nostro Universo), con il tempo essa dovrà essere resa comprensibile nei suoi principi generali a chiunque e non solo a pochi scienziati. Ed allora noi tutti, filosofi, scienziati e gente ...

inserito il 26 06 2016, nella categoria Esoterismo, Filosofia, Scienza, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

DA MEZZOGIORNO A MEZZANOTTE

Perchè simbolicamente i nostri Lavori iniziano a Mezzogiorno e terminano a Mezzanotte? Tutto ha un valore simbolico. Probabilmente questa parte del Rituale è il retaggio dell'antica “Hora Italica” rimasta in vigore in molte zone d'Europa fino al 1800. La spiegazione può derivare da un orologio, finemente decorato da Paolo Uccello, posto sulla controfacciata del Duomo di Firenze.

Orologio Paolo UccelloTavola del fr:. G:. C:. Loggia G. Savonarola n. 140 all’Oriente di Ferrara Il cuore di ogni tornata è la Tavola Architettonica che viene scolpita dal Fratello di turno. Frutto di riflessioni, studi e approfondimenti viene messa a disposizione dei presenti ...

inserito il 20 06 2016, nella categoria Ritualità, Tavole dei Fratelli, Tempo

1 Commento Leggi il resto...

19 GIUGNO: CON IL GRAN MAESTRO ALL'”OASI” PER CELEBRARE IL SOLSITIZIO D’ESTATE

L’antico Rituale adottato per la cerimonia sarà quello detto “della Rosa”, che prevede anche la partecipazione di profani. Un rituale di purificazione dagli affanni e dalle incrostazioni dell’esistenza, sublimati dal fuoco sacro e tramutati in petali di rose. La cerimonia dedicata alla memoria di un grande fratello, Giorgio Valentini, di cui sarà letta una tavola sul significato della Luce. Come fare per partecipare alla tornata.

SOLstizio 3 ston   Ormai è una tradizione più che decennale, che quest’anno acquisterà una dimensione ancor più solenne per l’intervento del Gran Maestro Stefano Bisi, la più alta autorità dell’Ordine in cui si riconoscono ben 23mila massoni e quasi 900 logge in ...

inserito il 02 06 2016, nella categoria Esoterismo, Simbolismo, Tavole dei Fratelli

Lascia un commento Leggi il resto...

Cerchi qualcosa?

Utilizza il campo sottostante per cercare nel sito:

Hai cercato qualcosa che non hai trovato? Contattaci e richiedici l'informazione che cerchi!

Link

Ti raccomandiamo di visitare questi siti web