L ‘ARIETE, SEGNO DELL’ALBA INIZIATICA

Astrologicamente è il segno governato da Marte. Per gli alchimisti rappresentava il Vello d’Oro conquistato dagli Argonauti, come simbolo di trasformazione della materia in stati di maggior purezza. In Massoneria l’Ariete è uno dei primi simboli che i fratelli incontrano nel loro cammino iniziatico. Nel Gabinetto di Riflessione è abbinato alla raffigurazione del Gallo, per rappresentare l’alba della nuova vita massonica, preludio della trasformazione interiore che comporterà l’uscita dalle tenebre profane ed il passaggio fra le colonne del Tempio.

inserito il 15 05 2011, nella categoria Alchimia, Astrologia, Astronomia, Iniziazione, Simbolismo, Tavole dei Fratelli

Tavola del fr:. V:. S:.

Carissimi Fratelli,

prima di andare ad esaminare il tema della tavola di questa sera, il segno dell’ Ariete, occorre fare alcune precisazioni sullo zodiaco in senso astronomico ed in senso astrologico.
In astronomia, lo zodiaco (Tab. 1) è una parte della volta celeste priva di significato fisico intrinseco, pur comprendendo l’eclittica (l’eclittica è l’intersezione del piano d’orbita terrestre con la sfera celeste. Può anche pensarsi come un cerchio massimo della sfera celeste percorsa dal Sole nel suo apparente moto annuo. Il piano d’orbita terrestre è il piano geometrico su cui giace l’orbita della Terra ed è anche chiamato piano dell’eclittica. Il nome eclittica deriva da eclissi, poiché le eclissi di Sole avvengono naturalmente su di essa). Tuttavia è una regione utile da definire per le implicazioni pratiche nelle osservazioni dalla superficie terrestre: tutti i pianeti e la maggior parte degli altri corpi celesti del sistema solare sono visibili solo nella regione dello zodiaco. Un osservatore che vedesse un oggetto molto luminoso al di fuori della regione zodiacale sa che non può trattarsi di un pianeta. Gli osservatori vicini ai poli terrestri non possono osservare facilmente i pianeti perché lo zodiaco è troppo vicino all’orizzonte.
Nell’astrologia occidentale, lo zodiaco è la fascia della sfera celeste che contiene i percorsi apparenti di sole, luna e dei principali pianeti, suddivisa in dodici parti uguali, detti segni zodiacali, ottenute dalla proiezione dei corrispondenti mesi zodiacali. Al centro della fascia c’è il piano dell’eclittica e la larghezza dello zodiaco è dovuta all’inclinazione relativa ad essa delle orbite degli altri corpi, che se ne estendono per circa 8°. L’anno zodiacale inizia nel punto in cui il piano dell’eclittica interseca il piano equatoriale terrestre nell’equinozio di primavera, quando il sole si sposta nell’emisfero settentrionale della terra. Sebbene i segni zodiacali ricevano il nome da quello delle costellazioni, queste ultime non hanno significato in ambito astrologico se non per il loro aspetto estetico e storico, dato che l’astrologia non considera significative le stelle e tutte le componenti fisse del cielo, ma solo quelle mobili (pianeti), e quindi non vi è corrispondenza tra le costellazioni reali (intendendo con tale termine, realmente osservabili in cielo) e i segni zodiacali utilizzati dagli astrologi. Inoltre, a causa della precessione degli equinozi (la precessione degli equinozi è un movimento della Terra che fa cambiare in modo lento ma continuo l’orientamento del suo asse di rotazione rispetto alla sfera ideale delle stelle fisse), le costellazioni risultano spostate rispetto all’area di cielo del corrispondente mese/segno zodiacale. Per questo motivo, ad esempio, sebbene il sole entri nel segno dell’ariete all’equinozio di primavera il 20 marzo, non entra nella costellazione dallo stesso nome fino a quasi un mese dopo.

L’Ariete in senso astrologico.
E’ un segno di fuoco. Il sole si trova in Aries dal 21 marzo al 21 aprile. E governato da Marte. E un segno positivo, fuoco in generazione. In Aries, il sole all’inizio della primavera porta una luce nuova, una vita nuova. Aries simboleggia lo sviluppo attraverso i dodici segni cosmici. A causa del suo slancio iniziale, l’ariete viene raffigurato in pieno movimento. Il dinamismo dell’Ariete è una sua caratteristica fondamentale. Mentre l’ariete si getta a testa bassa sugli ostacoli, alla cieca, questo invece non è un ariete comune ed irresponsabile. E’ il famoso ariete della mitologia greca, il cui Vello d’Oro è stato conquistato dagli Argonauti sfidando il feroce drago che ne era a guardia. Nel significato alchemico infatti, l’ariete è simbolo del vello d’oro, meta degli Argonauti, ma anche momento di trasformazione della materia verso la perfezione. Strettamente connesso a Marte, il suo pianeta dominante, passa di corsa, senza rendersi conto di ciò che gli sta attorno. Il guerriero è Marte, dio della guerra. E armato dalla testa ai piedi, eppure la sua spada è nel fodero. Non è venuto per distruggere, infatti la mano destra brandisce una torcia in fiamme. Qui egli è Prometeo, portatore di luce. Suscita e mantiene il fuoco dell’entusiasmo. L’ariete porta con sé lo slancio di un nuovo inizio, è il pioniere, i vecchi edifici dell’ordine stabilito crollano e nasce un’apertura a nuovi sviluppi. Sotto il segno di Aries l’esperienza non ha ancora avuto il tempo di svilupparsi. Ciò che caratterizza il Sole dell’Ariete, non è la sua posizione siderale insensibilmente variabile, ma l’impetuosità della sua azione primaverile. I giorni si allungano rapidamente quando il suo ardore aggredisce gli ultimi freddi dell’inverno. E’ allora che l’Ariete opera, dispiegando tutta la sua potenza d’urto.

L’Ariete (21 marzo – 21 aprile) è il primo segno dello Zodiaco, “cardinale” (cioè situato nel punto cardinale Est, Oriente), che connota l’inizio della Primavera con il passaggio del Sole nel Punto Gamma. Legato all’elemento Fuoco (Fuoco primo e principiale) nei suoi aspetti primordiale e fisico, dotato d’irruenza e capacità impulsatrice. E’ considerato domicilio diurno (ubicazione positiva e favorevole) di Marte (forza, combattività, comando) e sede di “esaltazione” del Sole e delle sue qualità. Alcuni astrologi moderni lo considerano anche domicilio diurno di Plutone. In anatomia, corrisponde alla testa.
Essendo lo zodiaco il simbolo del cerchio di vita l’Ariete, che è il suo primo segno, è il simbolo di ciò che appare al principio di tutti i tempi e di tutte le cose: è la primavera dello zodiaco, Infatti il segno grafico con il quale si rappresenta ci mostra un germoglio appena spuntato dal suolo che non ha ancora messo radici e manca ancora di una vera base. E’ il segno dello schiudersi, dello sbocciare delle iniziative, Secondo la tradizione, il segno grafico rappresenta anche, e soprattutto, la testa dell’Ariete con le sue corna. Si può anche simbolicamente interpretare l’ideogramma come una strada che si biforca offrendo così la possibilità di scegliere la direzione da prendere.

Il significato massonico dell’ Ariete Il Gabinetto di riflessione (Fig. 1), alla stessa stregua del Tempio, è orientato da est a ovest e su ciascuno dei punti cardinali è dipinto il corrispondente segno zodiacale. L’Ariete si trova a est, a nord il Cancro, la Bilancia ad ovest ed il Capricorno a sud. A est, sotto il simbolo dell’Ariete, campeggia la figura di un gallo posato su una banderuola con la scritta “Vigilanza e perseveranza” sotto la quale è dipinto in rosso il simbolo dell’elemento Fuoco (triangolo equilatero con il vertice rivolto verso l’alto). Ai lati del gallo, in lettere bianche è scritta la frase “se tu perseveri sarai purificato dagli elementi, verrai fùori dall’abisso delle tenebre, vedrai la luce”. Il Gallo sotto il segno dell’Ariete quale Araldo del Sole e simbolo di fierezza, appare raffigurato accanto al dio Mercurio. Consacrato ad Apollo eroe del giorno che nasce e simbolo di luce in Oriente. Rappresenta la virtù del coraggio militare per gli speroni, per la bontà con cui divide il suo cibo con pulcini e galline ed infine la fiducia vigile e la sicurezza virile con cui annunzia il levar del sole, Simbolo di vigilanza guerriera dunque, che scruta l’orizzonte dalla cima dell’Albero sacro (il Frassino Cosmico), viene dalla tradizione popolare ancora oggi posto sulla cima dei campanili delle chiese e sui tetti delle case a guardia delle superstiziose paure notturne dagli abitanti, protettore e guardiano della vita stessa.
Il Gallo con l’Ariete sul capo nella simbologia massonica è insieme segno di vigilanza ed avvento di Luce iniziatica che corrisponde al mercurio alchemico. In definitiva questo simbolismo e soprattutto i tre colori nero,rosso e bianco, si rifanno alla tradizione alchemica della trasmutazione del piombo in oro, attraverso le tre fasi nigredo, rubedo, ed albedo. Si tratta in altre parole di uscire dalle tenebre dell’ignoranza per giungere alla luce della conoscenza trasformando se stessi attraverso un ribaltamento della scala dei valori ed il gallo rappresenta l’annuncio della luce.
Carissimi Fratelli, appare evidente che l’Ariete sia un simbolo che compare praticamente sin dal primo momento del cammino iniziatico del massone verso la luce. Rappresenta di fatto una cesura decisa con il passato da profano dell’individuo mentre nel contempo lo proietta con rinnovato slancio vitale sopra un nuovo sentiero che lo condurrà dalle tenebre della “ignoranza” e dei “metalli” verso il sole radioso della “conoscenza”. L’iniziato si muove attraverso i giganti Boaz e Jaquim, i due sostenitori delle colonne d’Ercole, i guardiani della soglia che immette sull’infinito. Boaz è la “parola di passo”, il primo grado dell’iniziazione che il neofita compie nel cammino per i trentatré scalini delle logge massoniche. Boaz rappresenta le tenebre e l’ignoranza mentre Jaquim rappresenta la perfezione, la luce, la conoscenza. L’Ariete, grazie alla sua localizzazione ad Oriente, fornisce la linfa vitale, la spinta generatrice della energia interiore in grado di permettere al massone di compiere il passo definitivo verso la scelta fondamentale di dare inizio ad una nuova esperienza, caratterizzata dalla virtuosa ricerca della rettitudine e della verità. Rettitudine e verità che rappresentano la più autentica essenza del libero muratore.

V:. S:.
.
.
.

.
.
Fig. 2 – Il Gabinetto di Riflessione


.
.
.


1 Comment for this entry

1 Trackback or Pingback for this entry

Lasciaci un commento

Cerchi qualcosa?

Utilizza il campo sottostante per cercare nel sito:

Hai cercato qualcosa che non hai trovato? Contattaci e richiedici l'informazione che cerchi!

Link

Ti raccomandiamo di visitare questi siti web